L’Hotel La Luna sorge tra i vigneti, vicino al centro di Barano, alla famosa spiaggia dei Maronti e poco distante dalle sorgenti di Nitrodi, Olmitello e Cavascura. Per una vacanza all’insegna del relax l’albergo mette a disposizione dei propri ospiti una piscina con idromassaggio immersa nel verde e una splendida sauna naturale. E chi anche in vacanza vuole mantenersi in forma all’Hotel La Luna troverà ad attenderlo una palestra. Molto curata la cucina, con piatti della cucina sia nazionale che locale, preparati con ingredienti di prima qualità. E per uno spuntino veloce un angolo bar a disposizione degli ospiti.

Pochi passi dal mare

Siamo al centro del comune di Barano, poco distante dalla spiaggia dei Maronti e dalle fonti termali di Nitrodi, Olmitello e Cavascura.

Piscina con idromassaggio

Piscina con idromassaggio immersa nel verde e una splendida sauna naturale per il vostro relax!

Palestra fitness

Grande palestra attrezzata a disposizione di tutti gli ospiti dell’hotel.

Ristorante

Ingredienti di prima qualità in piatti della cucina locale e nazionale.

Lounge Bar

Per i tuoi drink e aperitivi

Wifi Gratis

Connessione Wifi gratuita per gli ospiti dell’albergo in modalità protetta.

Camera Doppia Economy

Camera luminosa e arredata con semplicità e funzionalità, dispone di due letti singoli o uno matrimoniale (su richiesta), di fronte finestra con affaccio sulla vista interna dell’hotel.
Dettagli

Camera Doppia Standard Vista Panoramica

Più ampia rispetto alla Camera Economy, ha una posizione privilegiata nella struttura con un piccolo balcone di cui dispone è possibile ammirare tutta l’isola di Ischia e il golfo di Napoli.
Dettagli

Camera Singola

Camera Singola, confortevole e ariosa dispone di un unico letto singolo.
Dettagli

Gallery

Spiaggia dei Maronti

Probabilmente non vi è turista che giunga ad Ischia che già non conosca, per almeno sentito dire, la parola “Maronti”. Lunga circa 3 km, il suo nome deriva dal greco e fu tradotto poi in latino con il termine "quatior" che significa "spiaggia tranquilla". Questo tratto di’Ischia, compreso tra i promontori e il mare, fu un gentile regalo della dinastia Aragonese, nella persona di Federico che, memore dei servigi e delle fedeltà del popolo ischitano mostrati verso il nipote Ferdinando, volle che il popolo ischitano diventasse proprietario dei promontori, delle spiagge e del mare per mezzo miglio attorno alla costa, ricavandone il popolo, tramite i fitti, benefici economici.